Per ricevere informazioni inserisci il tuo indirizzo Email
 
       

 

 
IL CAPRICORNO E IL MITO DELLA CAPRA AMALTEA del 20/01/2008
 
"Amaltea è la figura del capro ed era la nutrice di Giove bambino. Lo allattava versandogli il latte dal suo famoso corno, la cornucopia, che forse era il corno di un Toro o della capra di Amaltea. Altre fonti dicono che Amaltea stessa fosse la Capra Magica, nutrice di Zeus. Questa capra era però così orribile tanto che gli dei dell’Olimpo, per non turbare Zeus, vollero che Amaltea si tenesse nascosta nelle tenebre di una grotta sul Monte Ida. Divenuto adulto si trovò a combattere contro i Titani senza armi. L’oracolo gli suggerì di uccidere la capra Amaltea e di indossarne la pelle per ottenere l’invulnerabilità. Vediamo nel Mito due momenti di sacrificio supremo della Capra che muore per il bene altrui dopo essersi votata alla dedizione.
E’ questo il simbolo del ‘capro espiatorio’ e la storia che simbolicamente esalta questo valore più di ogni altra cosa è quella di Gesù Cristo e il Natale, che cade, appunto nella prima decade zodiacale del Capricorno. La solitudine terrena del Cristo, il suo umile vivere come un comune mortale, la sua passione ed il suo sacrificio sulla croce, esprimono tutta la simbolica della Capra-pesce e del Capro-espiatorio."

(Da Astrologia e Mito di R.Sicuteri)

 

 
Per informazioni vi preghiamo di Contattare
info@ilrisvegliocentrostudi.com

 

Torna indietro