Per ricevere informazioni inserisci il tuo indirizzo Email
 
       

 

 
PESCI DI D. RUDHYAR del 23/02/2009
 
"Non c'è produzione di nuova vita che non emerga dal 'mare'. E il 'mare' è il segno dei Pesci, governato da Nettuno. Il tridente di Nettuno ha tre punte e il geroglifico zodiacale dei Pesci ha anch'esso tre linee. Per questa ragione il simbolismo del Vangelo parla delle tre 'Marie': Maria, la Madre; Maria, la portatrice d'amore; Maria, l'ancella: la nascita, la rinascita e la vita quotidiana in attività consacrata. In Pesci l'individuo deve attraversare l'Eterno Femminile.....Nel suo aspetto più elevato e spirituale il segno dei pesci si rivela come pura compassione. Qui vediamo il grande Personaggio il cui essere è colmo tanto da traboccare, perchè ha assorbito la totalità dell'esperienza della sua razza. In quella pienezza la società si specchia colmandosi del più vasto significato. E poiché egli non può andare oltre, salvo ad ascendere verso Nirvana trascendenti e informi, giunge al grande dilemma: beatitudine solitaria o compassione. La prima è la meta dell''egoismo spirituale', perseguita per la grande illusione che possa esistere salvazione individuale. Ma il Compassionevole capisce che, in realtà e in verità, non ci può essere alcuna salvazione individuale...L'individuo potrà essere 'salvato' solo il giorno in cui l'intera umanità avrà raggiunto la realizzazione...La compassione è la Legge assoluta di un universo in cui c'è ordine e armonia."

(Dane Rudhyar: I Segni Astrologici come ritmo della vita)

 

 
Per informazioni vi preghiamo di Contattare
info@ilrisvegliocentrostudi.com

 

Torna indietro