Per ricevere informazioni inserisci il tuo indirizzo Email
 
       

 

 
ASTROLOGIA CABALISTICA : IL SAGITTARIO (KESHET) del 15/12/2011
 

Nell'Astrologia Cabalistica di Nadav Hadar Crivelli, il Sagittario può esprimersi su tre livelli:
" 1. Cavallo (SUS) - 2.Arciere (KASHAT) - Arcobaleno (KESHET); il più basso livello di espressione del Sagittario è quella del 'cavallo'. ...In generale il simbolo del 'cavallo'  rappresenta uno stato di asservimento alla natura sensuale della personalità, ai desideri erotici e epicurei. In questa fase il Sagittario è solamente una ruota che si fa trasportare di qua e di là dalla forza incontrollata delle proprie passioni. Una fase che può essere vissuta come chiusura mentale,eccessiva identificazione con un credo o opinione politica culturale o religiosa. da qui al fanatismo il passo è breve. Nel livello Arciere troviamo la persona occupata nel proiettare se stessa oltre i confini tradizionali, verso un cerchio di orizzonti sempre più ampio. Qui il Sagittario, maggiormente consapevole della sua forza, può permettersi ottimismo e sicurezza, insieme a generosità e magnanimità...sa combattere da lontano lanciando le sue frecce con precisione ed eleganza. ...Tuttavia in questa 2^fase il tipo 'Sagittario' non si è ancora liberato dal pericolo della chiusura, dell'arrivare ad un confine che gli sembri sufficiente e che gli faccia rinunciare ad andare oltre. Il segreto per arrivare alle vette del sapere reale a cui egli aspira così tanto è, da un lato, la capacità di sentirsi in dubbio, la curiosità per il nuovo, per il paraddosale (elementi appartenenti al suo segno polare Gemelli). Dall'altro sta nel basare il sapere su dei fondamenti morali, spirituali ed esoterici. ...Il terzo livello del Sagittario (Arcobaleno) è raggiunto da colui il quale vive nella costante certezza del fine glorioso e positivo verso il quale la storia e la natura stanno dirigendosi. E' lo stadio in cui l'erudizione intellettuale riempie il cuore di gioia e d'armonia. ...Lo studio e la ricerca della Verità devono essere completi, universali, superando pregiudizi e campanilismi che agiscono come filtri colorati posti davanti agli occhi. Per arrivare al 3° livello (KESHET) è necessario integrare nella coscienza le varie vivrazioni luminose provenienti dalle diverse culture e religioni. L'Arcobaleno è il simbolo del Patto che Dio ha fatto con tutta l'umanità ed è quindi necessario vedere la 'circolarità' cioè l'universalità del Suo progetto di redenzione storica."

 

 
Per informazioni vi preghiamo di Contattare
info@ilrisvegliocentrostudi.com

 

Torna indietro