Per ricevere informazioni inserisci il tuo indirizzo Email
 
       

 

 
SECONDO I CELTI :NATI DAL 18 AGOSTO AL 27 AGOSTO del 22/08/2012
 

COSTELLAZIONE: Il Calderone


PIANTA: Il Sorbo


IL MITO: "Durante la grande battaglia contro l'armata dei demoni Fomoirè, i Tuatha di Danaan disponevano di una pozione magica che li rendeva invincibili e immortali. Mentre molti di loro erano già caduti sotto i colpi del nemico, il dio Dagda decise di aiutarli: arrivò sul luogo della battaglia portando con sè il Calderone del quale si dice che 'nessuno se ne è mai allontanato insoddisfatto, qualunque sia stato il suo desiderio al momento in cui vi si avvicinava'. Dagda sistemò il Calderone su un treppiede e cominciò ad immergere ogni morto nel grande recipiente; ogni guerriero, appena immerso nel calderone, tornava fuori saltando, completamente guarito e più vigoroso di prima. Dagda immerse anche nella sua pozione magica le armi rotte, con lama o punta smussata, ed esse riemersero fuori intatte, affilate come se fossero appena uscite dalle abili mani del dio-fabbro Goibniu. Naturalmente, con questo aiuto, i Thuatha di Danaan vinsero la battaglia, che rimase famosa come quella nella quale i morti avevano ricominciato a combattere, con tanta più audacia, perchè sapevano che sarebbero risuscitati con un bagno nel Calderone magico. Questo mito è rimasto molto vivo nell'inconscio collettivo della nostra civiltà post-celtica. Questo spiega il successo dei fumetti di Asterix, in cui si vede la 'pozione magica' del druido rendere 'irriducibili' un gruppo di Galli che si confrontarono con l'invasore romano. Questo mito ci ricorda che il più grande nemico dell'uomo non è la morte, ma la paura di morire. Se la coscienza pensa alla morte, inibisce tutti i processi della vita che così si associa al proprio nemico naturale: per i Celti la vita è indistruttibile, ecco perchè essi credono nella reincarnazione, nella trasmigrazione dell'anima , nella resurrezione del corpo. In virtù di alcune analogie, il Sorbo è associato al segno del Calderone nell'astrologia celtica: il frutto del Sorbo è, infatti, considerato magico perché la sua polpa contiene numerose cellule rocciose. Conosciamo l'importanza per i celti della pietra, come simbolo di eternità: le numerose pietre erette, i dolmen, i menhir, i cairns e le gallerie coperte che si trovano nelle campagne dell'Europa Occidentale (la 'Grande Terra Celtica') ne sono una testimonianza. La polpa del Sorbo, secondo la leggenda, dovrebbe essere inclusa nella ricetta della pozione del Calderone dell'immortalità del dio Dagda. La costellazione del calderone porta oggi, sulle mappe del cielo, il nome di 'Coppa'."


CARATTERE: La personalità del nativo Calderone-Sorbo è veramente originale: si tratta di un essere di una tale integrità ed onestà, di una tale probità, che genera dappertutto attorno a sè deferenza e ammirazione. E'padrone di sè stesso. La forza psichica sulla quale ha basato la propria personalità è quella di una volontà solida come una roccia. Quando una persona depressa, oppure al contrario, al colmo del furore, viene messa in presenza di un nativo di questo segno, essa si calma, impressionata dal suo sguardo. Dopo aver pronunciato qualche parola, il Calderone-Sorbo ha rovesciato la situazione e le persone presenti diventano, se non serene, almeno in grado di riprendere il cammino della vita e le missioni che erano state loro affidate. Molto indipendente, poco adatto alle manifestazioni emotive, è l'idealista più realista della ruota cosmica dei Celti. Se trova un'idea positiva che gli sembra applicabile perchè potrebbe contribuire al bene dell'umanità, egli si mette al lavoro per realizzarla e, con una scrupolosa perseveranza, una capacità di lavoro e una concentrazione fuori dal comune, raggiunge lo scopo. La vera forza motrice di questo segno è il desiderio inalterabile di fare del bene attorno a sè: lo si vede sempre dare una mano, in cambio non chiede mai niente per sè. Ma non bisogna aspettarsi che reciti una parte di secondo piano nella famiglia o nel matrimonio. 


PERSONAGGIO FAMOSO: Luigi XVI 


 MAGGIORE INTESA (in ordine):


- Lira/Carpine


- Triangolo/Quercia


 - Cigno/Melo


- Corona Iperborea/Nocciolo 

 

 
Per informazioni vi preghiamo di Contattare
info@ilrisvegliocentrostudi.com

 

Torna indietro