Per ricevere informazioni inserisci il tuo indirizzo Email
 
       

 

 
L'ARIETE : IO SONO IL PRIMO! del 05/04/2013
 
Spero di far cosa gradita a tutti gli amici Ariete:
E' naturale che, come per qualsiasi segno, anche l'Ariete persegue un percorso con i suoi relativi tempi di maturazione. E' il 'primo' e in quanto tale rappresenta, simbolicamente, un 'apri - pista'...proprio come lo è la Primavera che 'inizia' l'anno solare. Cosa si può sapere di quello che accadrà? Per l'agnellino appena nato è ancora tutto sconosciuto. L'unica certezza è di essere, al momento, nella totale dipendenza e...senza le corna. Anche il bambino appena nato non può che essere in 'mani altrui' e necessita di una breve e marcata 'fase autistica' per mettere 'a punto' gli organi del corpo che dovranno poi funzionare senza l'aiuto del cordone ombelicale. Predomina in maniera naturale e necessaria una prima e forte fase di 'autocentramento' e 'sordità' verso il mondo esterno. Il pianto e il 'belare' è una continua ricerca di attenzioni...d'altra parte è l'unico modo per i 'piccoli' di comunicare. Il verbo dell'Ariete è: Io Sono! L'egocentrismo, la competizione e il desiderio di supremazia dureranno a lungo...Le corna doteranno l'adulto di coraggio, di possibilità di uscire dal 'gregge', ne faranno un essere molto combattivo, un 'capo' a sottolineare il fatto di essere 'a capo' di tutti gli altri segni. Ma proprio per questo dovrà imparare a usare la 'testa' per condurre le sue battaglie che nell'ordine evolutivo potranno essere assunte a soli fini idealistici. L'Ariete ha bisogno di investire tutta la sua grande energia nella lotta per una causa vera che non sia solo egoica, ma anche altruistica. Quando la trova può essere paragonato al Nobile Cavaliere che lotta per il suo Re - (Sole). (Nazzarena)

 

 
Per informazioni vi preghiamo di Contattare
info@ilrisvegliocentrostudi.com

 

Torna indietro